Come già accennato all’inizio del capitolo, il Progetto di accentramento degli Acquisti di Gruppo si estende anche sulle Banche Estere. Al raggiungimento dell’obiettivo prefissato tutte le Banche dovranno aver accolto e implementato le “Linee Guida per gli Acquisti di Gruppo” e le relative “Regole attuative”.
Tali linee guida comprendono, all’interno del modello degli “acquisti accentrati”, le categorie merceologiche “locali” che attingono alle forniture locali nel caso di beni o servizi per i quali il mercato di approvvigionamento è tipicamente locale o fortemente legato allo specifico mercato. Inoltre integrano in maniera trasversale e ben strutturata criteri di responsabilità sociale e ambientale e chiedono che tutte le funzioni coinvolte li tengano in dovuta considerazione durante il processo di sourcing, dalla richiesta di quotazione alla richiesta dell’offerta e di informazioni a supporto. VÚB Banka è stata oggetto del pilota per il progetto di accentramento.
Inoltre VÚB Banka, BIB e PBZ sono le tre Banche che per prime nel 2014 hanno posto le basi per poter utilizzare anche la stessa piattaforma informatica per il sourcing della Capogruppo.

Ascolto e dialogo
Iniziative di rilievo in questo ambito sono state condotte nel 2014 da Intesa Sanpaolo Bank Romania e VÚB Banka. La prima ha organizzato una serie di incontri che, prendendo spunto da questioni relative agli aspetti contrattuali, hanno contribuito anche a identificare le azioni idonee a raggiungere gli obiettivi prefissati, rafforzando nel contempo la relazione con i fornitori e la collaborazione reciproca.
A inizio anno VÚB Banka ha effettuato una campagna di comunicazione a tutti i suoi fornitori sulle novità in tema di procurement, presentando il Portale Fornitori; ha approfondito poi la questione con un gruppo ristretto di fornitori attraverso workshop dedicati. La Banca offre inoltre ai suoi fornitori la possibilità di esprimere dubbi o lamentele grazie alla creazione di una casella di posta dedicata.   

Trasparenza nella selezione dei fornitori
Intesa Sanpaolo Bank Albania, Privredna Banka Zagreb e VÚB Banka hanno implementato un Portale Fornitori dove vengono pubblicati i processi di gara e le informazioni inerenti

Screening dei fornitori in base a criteri di responsabilità sociale e ambientale

  • Banca Intesa Beograd ha introdotto un questionario di CSR nelle lettere di invito alle gare che si articola in 5 aree: governance, relazione con il cliente, ambiente di lavoro, ambiente e comunità. I punteggi ottenuti nelle pratiche di CSR sono decisivi nella selezione dei fornitori
  • Banca Intesa Russia utilizza un questionario preliminare di CSR le cui risposte, unite agli altri criteri considerati, compongono il rating complessivo del fornitore
  • CIB Bank, durante il processo di selezione dei fornitori, in caso di offerte equivalenti, privilegia quei fornitori che presentano pratiche migliori dal punto di vista della responsabilità ambientale. Tale approccio viene comunicato al fornitore al momento dell’invito alla gara.

Monitoraggio dei fornitori in merito alle pratiche di responsabilità sociale e ambientale
Per alcuni contratti, in base alla tipologia di acquisto, CIB Bank stabilisce che il fornitore renda trasparente il suo operato in tema di regolarità nelle assunzioni e nei pagamenti. Per altre forniture invece sono previste visite di verifica saltuarie, secondo necessità.