Intesa Sanpaolo è consapevole che anche la qualità delle relazioni con i fornitori e le politiche di acquisto adottate possano creare le condizioni per incrementare il capitale sociale e relazionale della Banca, facendo leva sulla promozione di un approccio orientato alla tutela dell’ambiente e al rispetto dei diritti umani e dei lavoratori e assicurandosi che i fornitori tendano a raggiungerlo.
Il Progetto di accentramento degli Acquisti di Gruppo, nato nel 2012 con l’intento principale di unificare le regole e i processi di acquisto e applicare un modello uniforme alle società di Intesa Sanpaolo, è proseguito anche per tutto il 2014 con l’accentramento di altre Banche / Società italiane e Banche Estere del Gruppo.
L’estensione del perimetro del progetto, che continuerà anche nel 2015, consentirà l’ampliamento del numero di attori che seguirà non solo il processo standard di sourcing, ma anche gli indirizzi sui criteri di responsabilità sociale e ambientale da adottare nell’ambito degli acquisti. E’ in questo contesto infatti che si è già inserita nel 2013 l’emanazione delle Linee Guida per gli Acquisti di Gruppo e delle relative Regole attuative, che integrano in maniera trasversale criteri di responsabilità sociale e ambientale.

Nel 2014 le spese complessive sostenute dal Gruppo Intesa Sanpaolo ammontano a più di 2,6 miliardi di euro, così ripartite:

Ripartizioni spese 2014 per categoria [%]

ripartizioni-spese-2014.png