Intesa Sanpaolo ha attivato per le Banche italiane del Gruppo e per alcune delle Banche Estere un sistema anti-frode che in tempo reale analizza tutte le operazioni effettuate tramite Internet Banking e ne rileva quelle ritenute dubbie. Le operazioni così allertate vengono centralmente verificate da un nucleo specializzato. Le disposizioni sospette sono tempestivamente verificate per accertarne la veridicità e correttezza con il contatto diretto del cliente e - quando possibile – quelle non riconosciute e non ancora definitive vengono revocate.
Laddove il cliente non sia rintracciabile telefonicamente, viene avvisata immediatamente la filiale di riferimento per trovare altre modalità di contatto. In presenza di truffe o tentativi di frode accertati, al cliente viene inoltre fornita assistenza per effettuare denuncia presso le autorità competenti.
A tutti i clienti vengono segnalate regole comportamentali per il corretto utilizzo degli strumenti on-line operando in piena sicurezza (es. aggiornamento antivirus, riconoscimento delle email di phishing, corretto uso dei propri codici personali, ecc.).
Il monitoraggio costante delle frodi ha consentito, nel 2014, il blocco di transazioni fraudolente per oltre 2,5 milioni di euro per i clienti privati e di quasi 12,5 milioni di euro per i clienti imprese.